Un passeggero arriva di notte

Un passeggero arriva di notte in un albergo e chiede una stanza per passare la notte. Ma l’albergatore gli dice che non ci sono camere libere. Il passeggero insiste: “Vi prego, sono stanchissimo e domani mattina presto devo riprendere il mio viaggio. Mi accontenterei di poco”. Albergatore: “Guardi, c’è una camera doppia con un letto libero. L’altro letto ce l’ha un ubriacone che è continuamente in stato di ebbrezza. Se se ne va di mattina presto non si dovrebbe accorgere della sua presenza”. Il passeggero accetta e così va nella camera e si mette a dormire. L’ubriacone accanto non si accorge di niente. In piena notte viene al passeggero una terribile diarrea. Si alza, ma si accorge che non riuscirebbe mai ad arrivare fino al bagno. Così alza il pigiama dell’ubriacone e ci caga dentro. “Tanto – pensa – essendo lui un ubriacone penserà di essersi cagato addosso”. Di mattina presto si alza e se ne va. Più tardi l’ubriacone si sveglia. Sente la puzza e la sensazione sgradevole di chi si è cagato addosso. Però c’è qualcosa che non lo convince. “Cazzo! – pensa – ma come ho fatto a cagarmi fuori dalle mutande!?”