Viaggi

Barzellette sui viaggi, viaggi in treno, esperienze di volo e viaggi in crociera. Battute sui comandanti di navi, aerei e treni.Ridere in macchina.

La hostess si avvicina ad un signore

La hostess si avvicina ad un signore che si sta lamentando ad alta voce sull’aereo. “Che succede?” chiede “Voglio lamentarmi di questa linea aerea! Ogni volta che volo, mi danno sempre lo stesso posto, da cui non riesco a vedere i film e senza la possibilita’ di schermare il finestrino per dormire!”. La hostess sospira e fa: “Capitano, per favore, taccia e si prepari a questo fottuto atterraggio!”.

Viaggi

Un uomo innamorato pazzamente della sua ragazza

Un uomo innamorato pazzamente della sua ragazza si fa tatuare il suo nome sul pene in erezione: Barbara. Naturalmente in condizioni di riposo si leggono solamente la prima e l’ultima lettera: B ed A. In estate va in vacanza in Kenia. Capitato in una spiaggia locale di nudisti nota che anche il bagnino nero ha tatuate le lettere B ed A sul pene. – Anche tu BarbarA? – No… Benvenuti e buon soggiorno in KeniA!

Viaggi

Un ricco e borioso turista texano

Un ricco e borioso turista texano e’ seduto in un bar di Milano e parla ad alta voce della sua terra. ” In Texas – dice – si puo’ salire su un treno il lunedi’, pranzare, cenare e dormire sullo stesso treno ed il mercoledi’ si puo’ scendere e si e’ ancora in Texas”. “E allora? – ribatte il barista. – Anche in Italia ci sono dei treni lenti”.

Viaggi

Ero in autostrada

Ero in autostrada, quando decisi di fermarmi ad un autogrill per andare alla toilette. Il primo bagno era occupato, quindi entrai nel secondo. Appena mi sedetti sulla tazza sentii una voce proveniente dall’altro bagno: “Ciao, come va?”. Non sono molto propenso a fraternizzare nei bagni degli autogrill, non so che mi sia preso, ma alla fine risposi: “Mah, si tira avanti…”. E l’altro proseguì: “E cosa fai di bello?”. Cominciai a trovare la situazione un po’ bizzarra, ma gli dissi “Beh, quel che fai tu… sto facendo la cacca…”. A questo punto sentii il tipo dire, irritatissimo: “Senti, ti richiamo piu’ tardi, c’e’ un coglione qui a fianco che risponde a tutte le mie domande”.

Viaggi

Tre turisti a New York

Tre turisti a New York arrivano la sera tardi in albergo e si apprestano a raggiungere le loro stanze, al 45° piano, ma il portiere, contrito, li informa che gli ascensori sono guasti e fino al mattino dopo non c’e’ speranza di riparazione. I tre, dopo un attimo di sgomento, decidono di prenderla sportivamente e uno di essi dice agli amici: “Facciamo così. Lasciamo i cappotti, che sono pesanti, qui al portiere, poi saliamo pian pianino. I primi 15 piani io vi racconto una storiella allegra, dal 16° al 30° ne racconta una Marco e dal 31° in su Giacomo. Così fanno e giunti al 31° piano il primo dice: “Su, Giacomo, adesso tocca a te!”. E quello, con un’espressione disperata: “Sì… ma sarà una storia triste: ho lasciato le chiavi nel cappotto…”

Viaggi