Il classico bellimbusto americano

Il classico bellimbusto americano incontra una stupenda fanciulla, di chiare origini italiane, ed è il classico colpo di fulmine. Il macho decide che quella deve essere la donna della sua vita e nessun’altra al mondo. Infatti dopo qualche convenevole, va subito al sodo e chiede di sposarlo. Lei rimane, sul momento, scossa: “Ma… ma… non sappiamo nulla uno dell’altro…”. “Questo è vero… però… vedi… cara… impareremo a conoscerci strada facendo”. Ella ci pensa su qualche secondo e decide che se pò fà! I due convolano e se ne vanno in luna di miele in un paradiso tropicale. Un mattino si stanno crogiolando al sole caraibico sul bordo di una piscina da favola, quando improvvisamente lo yankee si alza dal suo asciugamano, con quattro balzi si avvicina al bordo della vasca, spicca un salto incredibile, si avvita come un fusillo nell’aria e ripiomba nell’azzurrissima acqua senza alzare un solo spruzzo d’acqua, lasc iando tutti con la bocca spalancata. Emerge dall’acqua, con molta eleganza risale la scaletta e si ridistende sul suo asciugamano come se nulla fosse accaduto. Dopo essersi ripresa dalla stupore, la neo mogliettina: “Ma tesoro, è stato… è stato… fantastico!”. Lui alzando appena un sopracciglio: “Vedi, cara, sono stato Campione Olimpico del Salto Dalla Piattaforma per 4 edizioni di seguito…. come vedi… e come ti avevo detto… stiamo imparando a conoscerci… piano piano… così in modo naturale…. nell’instaurare la nostra relazione… senza forzature…”. Ed ella pensò, però, cià ragione… e mentre pensava ciò, si alzò e spiccando anche lei un discreto volo, si tuffò nella limpida acqua della piscina, cominciando a nuotare con bracciate vigorose lungo tutta la vasca. Arrivata in fondo, dietro-front e via un’altra vasca e un’altra, un’altra… cazzo non si fermava più. Dopo in numerevoli vasche lei riguadagnò il bordo e si issò e non senza un filo di respiro affannoso si riaccoccolò di fianco al suo maritino. Anche lui rimane colpito dalla performance della mogliettina ed esclama: “Aha…. ma… anche tu… allora… bellissimo stile, bracciate poderose, tempo da primato!! Anche tu atleta olimpica ?”. “No vedi io facevo la troia, a Venezia e pensa la sfiga dovevo gestire due bordelli, uno da un lato del canale e uno dall’altro…”.