Tre pastori si raccontano le loro disavventure

Tre pastori si raccontano le loro disavventure cercando di impressionarsi a vicenda.
Il primo: “Una volta, pascolavo le pecore vicino alla diga; ad un certo punto, e’ arrivata un’ape operaia. Mi ha inseguito, io ho corso veloce ma mi ha raggiunto e mi ha punto al polpaccio! Un dolore impressionante! Si e’ gonfiata tutta la gamba e sono guarito dopo una settimana!”.
Il secondo, per nulla impressionato: “Quello e’ niente! Io stavo pascolando vicino alla pineta e mi e’ arrivata addosso un’ape regina! Ho corso velocissimo ma mi ha acchiappato e mi ha punto al braccio! Sembravano due, tanto era gonfio! Sono guarito dopo un mese!”.
Il terzo, con un sorriso serafico: “Quello e’ niente! Mia sorella stava pascolando le pecore vicino alla base della NATO. Ad un certo punto, e’ arrivata un’ape soldato. L’ha inseguita, lei correva come una lepre, ma l’ha raggiunta e l’ha punta! Le ha fatto una pancia grossa cosi’!! E’ guarita dopo NOVE MESI!!”