Op, op, op, op, op

Un tizio al rientro a casa apre la porta della camera da letto e vede la moglie messa alla pecorina sul letto e il diavolo dietro di lei che la sta scopando. “Oh, mio Dio, che cosa sta succedendo, e’ proprio Satana che scopa mia moglie!!”. La moglie lo implora: “Ti prego, aiutami, fai qualche cosa”. Ma il Diavolo, imperturbabile, continua la sua cavalcata: “Op, op, op, op, op…”. Il marito corre al telefono e chiama il prete: “Reverendo, la prego, mi aiuti: il diavolo in persona sta facendo l’amore con mia moglie. Corra subito, cerchi di fare qualche cosa”. Il prete prende i suoi oggetti sacri e corre a casa dei coniugi. Entra nella camera da letto, ma il diavolo non si scompone: “Op, op, op, op, op…” e va avanti a scopare. Il prete inizia l’esorcismo: “Bada a te, essere immondo”, ma il diavolo: “Op, op, op, op, op”. “Ritorna da dove sei venuto” e il diavolo: “Op, op, op, op, op”. “Abbandona questa casa e libera la donna”, ma il diavolo “Op, op, op, op, op”. “VADE RETRO SATANA” e il diavolo, cambiando buco: “Op, op, op, op, op…”