In un WC 3

In un WC: Chi col dito il culo si netta/ tosto in bocca se lo metta/ cosi` tien pulito/ carta culo muro e dito. Risposta poco sotto: Ma che rima sopraffina / Mio poeta da latrina / E’ un peccato che si perda / Nell’olezzo della merda!