Un marinaio dopo aver passato due anni

Un marinaio dopo aver passato due anni in mare ritorna finalmente a terra. Naturalmente il primo desiderio che vuole soddisfare e’ quello di farsi una bella scopata. Chiede un po’ in giro informazioni perche’ vuole una puttana che lo possa soddisfare a pieno dopo tutto quel tempo. Un tale gliene consiglia una che e’ veramente particolare… fa di tutto. Il marinaio piu’ ingrifato che mai si reca a casa di questa puttana. Entra e gli spiega la sua situazione… due anni di mare, ecc. ecc. La puttana gli fa: “Guarda… se e’ per questo hai fatto la scelta migliore. A detta di molti io sono la puttana piu’ brava di tutta la citta’… pero’ la qualita’ si paga e io costo cara… dalle 300.000 lire in su a prestazione!”. Il marinaio ribatte: “Trecentomila lire?!?!? E che ce l’hai d’oro? Non e’ proprio possibile! Non ce li ho con me tutti quei soldi… non potresti farmi qualcosa per meno?”. “Beh… fammi pensare… ti potrei fare un pompino per 150.000 lire!”. “Ma che stiamo scherzando? Io dico qualcosa per molto meno!”. “Ti potrei fare una spagnola per 100.000 lire…”. “Proprio non ci siamo… non fai niente per meno?”. “Ti potrei fare una pippa per 50.000 lire…”. Il marinaio da’ un’occhiata nel portafoglio: “Veramente io avrei soltanto 10.000 lire…”. E la puttana sdegnata: “Ma siamo pazzi? Io per 10.000 lire non mi scomodo davvero! Pero’ aspetta …visto che il tuo e’ un caso cosi’ particolare e urgente un rimedio ci sarebbe… ti potrei fare LA PINGUINATA per 10.000 lire!”. “E cosa diavolo sarebbe questa pinguinata?”. Tu non ti preoccupare… fidati di me…”. Detto questo i due escono, prendono la macchina, fanno un po’ di giri e poi si fermano in mezzo ad un prato. La puttana fa scendere il marinaio, lo fa stare in piedi, gli cala i pantaloni, si inginocchia e incomincia a fargli una pompa coi controfiocchi. Il marinaio dopo un po’: “Oddio mio… e’ bellissimo… siiiii… sento che sto per venire…”. Mentre il marinaio sta li’ li’ per venire, la puttana si leva il cazzo di bocca e scappa via di corsa. Il marinaio con i pantaloni calati la rincorre e gli urla: (e a questo punto dovete mimare la camminata ondeggiante e a passi corti tipica di un pinguino, muovendovi come se aveste i pantaloni calati alle caviglie) “Fermati… ‘ndo cazzo vaiiiii…”.