Non ho mail di testa

Una signora, afflitta da un terribile mal di testa, viene a sapere di una nuova cura: va dal medico che le hanno indicato il quale le dice “Signora, è semplice: torni a casa, si metta in bagno davanti allo specchio per dieci minuti al giorno per tre giorni, tenga l’indice della mano destra e l’indice della mano sinistra sulle tempie, appoggi la fronte allo specchio e si ripeta convinta: NON HO MAL DI TESTA, NON HO MAL DI TESTA”.
La signora va a casa, fa tutto quello che le è stato prescritto e, al terzo giorno, miracolosamente il mal di testa passa.
Parla di questo miracolo ad una sua amica, da anni afflitta da mal di schiena, che immediatamente si reca dallo stesso medico, riceve le stesse indicazioni, soltanto con le parole “NON HO MAL DI SCHIENA, NON HO MAL DI SCHIENA” e guarisce anche lei in tre giorni.
Una terza amica, saputo dell’accaduto, manda dal medico il marito, che da anni “non funziona”. Il marito torna a casa, passa i tre giorni canonici in bagno e poi, giunta la sera, si esibisce in una prestazione “di altissimo livello”; finita la prima, chiede scusa alla moglie, torna in bagno e dopo dieci minuti si esibisce in un’altra “prestazione” miracolosa.
Cosi’ succede per quattro volte.
Per l’ennesima volta il marito chiede di assentarsi, va in bagno, ed a quel punto la moglie, soddisfatta ma curiosa, lo sbircia attraverso il buco della serratura: con le dita sulle tempie, appoggiato allo specchio, con aria convinta l’uomo sta dicendo “NON E’ MIA MOGLIE, NON E’ MIA MOGLIE”