All’USL ci sono due file di persone

All’USL ci sono due file di persone, una dietro lo sportello per la donazione del sangue, e una dietro quello della Banca del Seme. La coda del primo sportello e’ formata da persone di diverso sesso razza e religione, l’altra e’ composta completamente da persone adulte, tutte dello stesso sesso, fatta eccezione per una donna. La sua presenza all’interno di quella coda crea non poca curiosita’ nelle persone che vogliono donare il proprio seme. Comincia a crearsi un certo brusio, c’e’ chi dice che puo’ aver sbagliato coda, che puo’ essere un travestito, che puo’ essere li’ per accompagnare il marito. Alla fine si fa avanti un temerario che le dice: “Signora, non vorrei sembrarle scortese, ma si e’ accorta che sta seguendo la fila per la donazione del seme?”. La donna si volta e con faccia saccente, per non dire quasi presuntuosa, annuendo con la testa, e cercando di nascondere con le mani la bocca rigonfia: “Mmmmm”.