Scherzi

Scherzi da fare, scherzi di buon gusto.

Catene di sant’Antonio

Cari amici,
il 2009 si è concluso e desidero ringraziare per tutte le e-mail che mi sono state inoltrate durante l’anno.
Ringrazio chi mi ha mandato la mail che parlava della cacca di topo nella colla delle buste, così adesso uso una spugnetta bagnata ogni volta che devo chiudere una lettera.

Ho terminato i miei risparmi perché ho mandato tutto alla ragazzina malata che sta per morire in ospedale per la 387.258° volta. Ma andrà meglio dopo che avrò ricevuto le 15.000 Sterline che Bill Gates e la Microsoft mi manderanno per partecipare al loro speciale programma di mail. In alternativa, negozierò col cassiere capo della Banca di Nigeria che vuole dividere con me 7.000.000 di dollari dicendo di essere un lontano parente di un correntista che è morto senza lasciare testamento, accontentandosi di un mio contributo di soli 200 Euro.
Non mi preoccupo per me, perché ci sono 363.214 angeli che mi guardano le spalle ed ho imparato che le mie preghiere vengono ascoltate ed esaudite solo se inoltro le mail a sette amici ed esprimo un desiderio entro i successivi cinque minuti.
Non bevo più Coca Cola perché è in grado di rimuovere le macchie dalla tazza del cesso. Non faccio più benzina senza portare con me un amico che controlli che un serial killer non si nasconda sul sedile di dietro mentre riempio il serbatoio. Non vado più ai centri commerciali perché qualcuno potrebbe drogarmi con un campione di profumo e derubarmi. Non rispondo più al telefono perché qualcuno potrebbe chiedermi di digitare un numero e poi riceverei una bolletta telefonica con migliaia di chiamate in Jamaica, Uganda, Singapore e Uzbekistan.
Non posso neppure raccogliere la banconota da 5 euro che ho trovato per terra in parcheggio perché probabilmente è stata lasciata lì da un molestatore sessuale che aspetta dietro una macchina per abusare di me.

Se non mandate questa mail ad almeno 144.000 persone nei prossimi 70 minuti un enorme gabbiano con la diarrea vi cagherà in testa domani pomeriggio alle 5, 22. Lo so per certo perché è già successo ad un amico di un vicino dell’ex suocera del secondo marito di mia cugina!!!!!!!!!!!!!!!!!

E…. a proposito: uno scienziato sud Americano, dopo lunghi studi, ha scoperto che le persone con un basso quoziente di intelligenza e che non fanno abbastanza sesso leggono sempre le mail tenendo la mano sul mouse.

Non prendetevi il disturbo di levare la mano adesso: è troppo tardi

Detto questo…. sarà un buon anno ?
Ve lo auguro…..

Scherzi

Un contadino vuol fare uno scherzo

Un contadino vuol fare uno scherzo ad una delle sue galline e le sottrae di nascosto un uovo per dipingerlo di tutti i colori. Poi lo rimette in mezzo alle altre uova e si mette a spiare le reazioni della chioccia. Questa pero’ resta del tutto indifferente. Deluso, il contadino sta per tornarsene ai suoi lavori, quando vede dall’altra parte dell’aia un gran putiferio: e’ il gallo che riempie di botte il pavone!

Animali, Scherzi

Scherzi goliardici, cosa potete fare in ascensore

Scherzi goliardici, cosa potete fare in ascensore:

– Muovere le mani scacciando mosche invisibili intorno alla tua testa.
– Fare con la bocca il rumore di auto di Formula1 quando qualcuno entra o esce dall’ ascensore
– Scoreggiare.
– Spalancare la borsa o il portafogli e urlare all’ interno “Avete abbastanza aria la’ dentro ?”
– Stare fermo ed in silenzio in un angolo rivolto verso il muro e non scendere mai.
– Fissare chi entra in continuazione, facendo poi scivolare un rivolino di bava dalla bocca.
– Quando arrivi al tuo piano urla e cerca di forzare a mano le porte e fingersi imbarazzati quando si aprono da sole.
– Salutare tutti quelli che salgono in ascensore con una stretta di mano e dire “Buongiorno, sono il Comandante”
– Sul piano più alto tieni la porta aperta e aspetta di sentire la monetina che hai lanciato che colpisce il suolo.
– Grugnisci e guarda male un passeggero e dopo un po’ annuncia: “ho i calzini nuovi”
– Schiacciare il tasto di un piano e dire “Signor Sulu velocita’ WARP”
– Sfida un passeggero che puoi inserirti 3 dita nel naso.
– Mostra agli altri passeggeri una ferita e chiedi se sembra infetta.
– Entra con un frigo portatile su cui è scritto “Testa Umana”.

Scherzi

Un giorno Dio stava guardando la Terra

Un giorno Dio stava guardando la Terra e vide tutto il male che accadeva su di essa. Cosicché decise di mandare un Angelo per verificare la situazione.
Chiamò uno dei suoi migliori angeli e lo mandò sulla terra per un po’ di tempo. Quando l’Angelo tornò disse a Dio:
– Si, la Terra è cattiva, il 95% delle persone è malvagio, solo il 5% è buono!
Ebbene, Dio pensò per un po’ fra sé poi disse:
– E se mandassi un altro Angelo per avere una seconda opinione?
Quindi Dio chiamò un altro Angelo e mandò pure lui sulla Terra per un po’ di tempo. Quando l’Angelo tornò, anche lui andò da Dio e gli disse:
– Si, la Terra è in decadenza, c’è il 95% di malvagi e il 5% di buoni!
Dio disse:
– Ciò non è una buona cosa.
Quindi decise di mandare una e-mail a quel 5% di persone buone del mondo per incoraggiarle, affinché non desistessero e perché continuassero ad andare avanti senza perdere la fede. Per il 95% di malvagi, invece, sarebbe iniziato il tempo delle punizioni esemplari.

Sai cosa diceva la e-mail?
NO?!?!
Allora siamo fottuti! Neanche a me è arrivata…

Religione, Scherzi

Messaggio su una segreteria telefonica

Messaggio su una segreteria telefonica. “Ciao chiunque tu sia. Oggi è un giorno fantastico e io me lo sto godendo. Spero per te che anche tu ti stia divertendo. Il pensiero di oggi è: Condividi il tuo amore con gli altri. BEEEP”. “Um, sì, pronto? Sono l’infermiera della clinica. Sono arrivati i risultati degli esami del sangue. Lei è positivo. Le consiglio di smettere di condividere il suo amore”.

Scherzi

Come irrompere nella breve tranquillità

Come irrompere nella breve tranquillità della defecatio, in quel luogo dove prendere la giusta concentrazione è già un debito:
1. Incoraggiare e applaudire ogni volta che qualcuno rompe il silenzio con un rumore corporeo.
2. Dire: “Minchia, quest’acqua e’ fredda!”.
3. Picchiare il marmo con l’anello e dire “Oh, perbacco, il mio occhio di vetro!”.
4. Dire “Hey, non ho mai visto un colore simile dapprima!”.
5. Fare dei versi veramente forti per 30 secondi e poi lasciare cadere un melone dentro la toilette da un’altezza di 1 metro e mezzo. Sospirare rilassato.
6. Dire “Non posso credere di aver prodotto tutto da solo??”.
7. Dire “Humus, sì mi ricorda l’Humus!”.
8. Dire “Interessante, oggi galleggia invece che affondare!”.
9. Dire “Lo sapevo che il buco dello scarico era un po’ troppo piccolo. Come faccio adesso?”.

Scherzi