Un signore, con le braccia bloccate

Un signore, con le braccia bloccate all’altezza delle spalle, entra in un bar, dove ordina un caffè. Facendo notare il suo problema al barista gli chiede di zuccherarlo e di mescolare. Poi, gli chiede se può gentilmente portargli la tazzina all’altezza della bocca in modo che riesca a bere il caffè. Dopo un po’ gli scappa un bisognino e chiede nuovamente al barista di essere così gentile da dargli una mano. Il barista, un po’ riluttante, lo accompagna in bagno, apre la lampo dei pantaloni, e lo aiuta a soddisfare il suo bisogno. Quando finalmente escono dal bagno, il cliente allunga le braccia e stiracchiandosi dice: «Certe mattine mi sveglio e non ho proprio voglia di fare nulla».