Monica Lewinsky e Lorena Bobbitt

Ristorante americano, tavoli vicini, in uno Monica Lewinsky, nell’altro Lorena Bobbitt. “Ciao Lorena!”,. “Ciao Monica! Come ti va ?”. “Insomma …”. “Ho saputo che il tuo ex marito si è dato al cinema porno…”. “Eh si’, il bastardo ha approfittato della situazione per guadagnare, ma pure io non mi lamento; sai faccio pubblicità per una famosa marca di “forbici” e coltelli…e tu?”. “Beh io ho scritto un libro con situazioni piccanti alla Casa Bianca… Non mi lamento neppure io”. Intanto pagano ed escono dal ristorante. Si è fatta sera tardi e passando davanti ad un vicolo si sentono osservate. Un po’ impaurite entrano nel vicolo e dopo pochi metri si trovano davanti un muro… il vicolo è chiuso… si girano e davanti a loro c’è un nerone enorme, un ammasso di muscoli che si sbottona i pantaloni e tira fuori un arnese di dimensioni incredibili. “Ehi Lorena – fa la Lewinski – le forbici le porti sempre con te, vero?”. “Certo le ho qui in borsa” risponde la Bobbitt. “Ecco, allora potresti farmi due taglietti qui ai lati della bocca?”.