Il padre di Giotto va a scuola

Il padre di Giotto va a scuola per parlare con gli insegnanti. Va dal prof di Italiano e gli dice: “Puomgiorno…sciono il papa` di Giotto mi scscussi sce arlo male ma ho a lingua utta blucciata… ome vva il io iglio ?”. E il prof: “Suo figlio e’ un gran somaro!”. Il padre di Giotto va poi dal prof di Matematica e gli dice: “Puomgiorno…sciono il papa` di Giotto mi scscussi sce arlo male ma ho a lingua utta blucciata… ome vva il io iglio ?”. E il prof: “Suo figlio fa schifo, non studia”. Il padre di Giotto passa da tutti gli insegnanti ma la risposta e’ uguale. Alla fine va dal prof di Disegno: “Puomgiorno … sciono il papa` di Giotto mi scscussi sce arlo male ma ho a lingua utta blucciata, ome vva il io iglio ?”. E il prof: “Suo figlio e` bravissimo, non ho mai avuto uno studente bravo come lui. Si figuri che oggi ha disegnato una mosca sul muro e sembrava cosi` vera che tutti la volevano prendere”. E il padre di Giotto: “Non lo dica a mme… uesta attina a disegnato una figa sul tubo della stufa… “.