Il capitano McKenzie

Il capitano McKenzie sta volando con il suo aereo trielica sulle foreste canadesi quando ad un certo punto: “Capitano! Il motore uno sta perdendo colpi!”. “Niente paura, qui c’e’ il capitano McKenzie, lasciate fare a me”. E grazie alla sua abilita’ il capitano McKenzie controlla perfettamente l’aereo. Dopo un po’: “Capitano! Il motore due non funziona piu’!”. “Niente paura, qui c’e’ il capitano McKenzie, lasciate fare a me”. E grazie alla sua abilita’ il capitano McKenzie riesce di nuovo a far prendere quota all’aereo. Ma dopo un altro po’: “Capitano! Il motore tre si e’ fermato!”. Stiamo precipitando!”. “Niente paura, qui c’e’ il capitano McKenzie”. Mentre l’aereo ormai sfiora le cime degli alberi il capitano McKenzie dice: “Aprite il portellone, prendete le cesoie e tagliate le cime degli alberi!”. Sbigottito l’equipaggio comincia a tagliare le cime, e taglia, taglia … “Capitano! Il motor e uno ha ripreso a funzionare!”. Continuano a tagliare le cime degli alberi…
“Capitano! Anche il motore due funziona!”. E cosi’ anche il motore 3. L’aereo sotto la spinta dei tre motori riprende quota fra la felicita’ dell’equipaggio che va dal capitano: “Ma capitano! E’ incredibile! Come ha fatto? Perche’ abbiamo tagliato le cime degli alberi?”. “E’ semplice, se volere e’ potere … volare e’ potare!”.