Henry Ford muore e arriva in cielo

Henry Ford muore e arriva in cielo. Alla porta del Paradiso S.Pietro lo accoglie: “Bene, tu sei stato una brava persona e la tua invenzione, la catena di montaggio per fare le automobili, ha cambiato il mondo. Come ricompensa tu potrai passeggiare finche’ lo vorrai nel cielo e andare in qualunque posto… Dove vuoi andare ?”. Ford pensa un po’ e chiede: “Io vorrei stare per un po’ insieme a Dio”. Allora S.Pietro chiede a un angelo di accompagnare Ford fino alla sala dell’Onnipotente. Come entra nella sala, Ford, con reverenza, chiede: “O Onnipotente, quando hai inventato la donna a cosa pensavi ?”. Dio domanda: “Cosa vuoi dire con questo?”. “Bene” dice Ford, “ci sono alcuni grandi problemi nella tua invenzione:
1. Alcuni tuoi modelli hanno il frontale troppo sporgente;
2. E’ molto rumorosa quando si raggiunge un’alta velocita’;
3. La manutenzione e’ estremamente cara;
4. Necessita costantemente di essere ridipinta;
5. Deve rimanere in garage per 5 giorni ogni 28;
6. Il posteriore dondola molto;
7. La presa d’aria e’ vicina al tubo di scarico;
8. I fari, in genere, non sono della misura ideale;
9. Il consumo di combustibile e’ spaventoso;
E questo solo per citare qualche problema”. “Hummm,” risponde Dio “aspetta un minuto”. Dio va al super computer celestiale, clicca su alcune icone e aspetta ma quasi immediatamente esce una relazione scritta dalla stampante. Dio legge la relazione, torna da Ford e dice: “Puo’ anche essere che il mio progetto abbia dei problemi, proprio come tu hai sottolineato, ma mi risulta che in questo esatto momento ci siano molti piu’ uomini che stanno montando sulla mia invenzione che sulla tua”.