Omosessualità

Barzellette sugli omosessuali, gay e lesbiche. Ad ognuno la sua barzelletta.

E’ mezzanotte passata

E’ mezzanotte passata e al solito bar del rione di periferia di una qualsiasi citta’ arriva tutto trafelato Gino. Gino e’ molto eccitato con gli occhi fuori dalle orbite; si siede al centro del solito gruppo di amici che ovviamente gli chiedono cosa gli sia successo e come mai arrivi cosi’ tardi al contrario del solito. Gino riprende fiato e comincia a raccontare: “Sapeste, cosa mi e’ capitato!”. E gli amici: “Dai, racconta, racconta”. E Gino: “Dunque ero appena uscito come al solito verso le 9 per venire qui quando incontro un pezzo di figa supersexy, bionda, sara’ stata alta 1,80, gonna aderente, calze a rete, tacchi altissimi. Mi ferma e mi chiede che ore sono”. Gino riprende fiato e si interrompe un attimo: E gli amici: “Dai, dai racconta. E poi? E poi che avete fatto?”. Gino riprende: “Si capisce che vuole attaccare discorso. Allora cominciamo a parlare e poi lei mi chiede se voglio salire da lei”. Di nuovo Gino si interrompe e gli amici subito: “E poi? E poi che avete f atto?”. Gino riprende: “Beh, dopo 10 minuti che parliamo lei dice che sente caldo e comincia a slacciarsi la camicetta: due tette da infarto, piu’ di una 5a misura. Si siede e la gonna le si arriccia fino all’inguine: due gambe stupende, perfette, lunghissime. Voi potete immaginare: non ci vedevo piu’ dall’eccitazione”. E gli amici, appena lui si interrompe un po’ per prendere fiato: “Dai, dai, raccontaci, poi cosa avete fatto?”. Gino, dopo un attimo, riprende: “Beh, la tipa si toglie la camicetta e poi il reggiseno: escono due tette mai viste!”. E gli amici: “Dai, dai, che avete fatto dopo”. E Gino: “Poi le si e’ tolta la gonna ed e’ rimasta solo con gli slip”. Gli amici sono tutti attorno a Gino, eccitati e desiderosi di sapere cosa e’ successo dopo. E Gino allora: “Beh, non avreste mai potuto immaginare: si e’ tolta le mutandine ed e’ venuto fuori un cazzo di 40 cm!”. E gli amici: “E allora che avete fatto?”. E Gino: “E’ ovvio alla vista di quel cazzo il mio si e’ ammosci ato completamente: 5 cm!”. E gli amici: “E allora? Che avete fatto?”. E Gino: “Beh, abbiamo usato il suo!”.

Omosessualità

Pino va al bar e incontra Gino

Pino va al bar e incontra Gino, seduto a un tavolo che ciuccia una birra con un sorriso enorme stampato in faccia. Pino: “Ciao Gino, come mai sei così allegro oggi?”. Gino: “Sai Pino, ieri al porto stavo lucidando la barca, stavo solo lucidando la barca, quando arriva una bionda con le tette così, sai Pino, con le tette così, e mi chiede se la porto a fare un giro in barca. Io le rispondo: certo che ti porto a fare un giro in barca. Quando eravamo in alto mare le dico: e adesso scopare o nuotare. Sai Pino, lei non sapeva nuotare, non sapeva nuotare!”. Il giorno dopo Pino torna al bar e incontra di nuovo Gino seduto a un tavolo a ciucciare una birra con un sorriso enorme stampato in faccia. Pino: “Ciao Gino, anche oggi vedo che sei contento…”. Gino: “Sai Pino, anche ieri al porto stavo lucidando la barca, stavo solo lucidando la barca, quando arriva una rossa con due tette così, sai Pino, con due tette così, e mi chiede se la porto a fare un giro in barca. Io le rispondo: certo che ti porto a fare un giro in barca. Quando eravamo in alto mare le dico: e adesso scopare o nuotare. Sai Pino, lei non sapeva nuotare, non sapeva nuotare!”. Il giorno dopo ancora Pino torna al bar e incontra di nuovo Gino seduto a un tavolo, stavolta attaccato a una bottiglia di vodka e con un’espressione tristissima in viso: Pino: “Ciao Gino, oggi non mi sembri tanto allegro…” Gino: “Sai Pino, anche ieri al porto stavo lucidando la barca, stavo solo lucidando la barca, quando arriva una mora con due tette così, sai Pino, con due tette cooooosì, e mi chiede se la porto a fare un giro in barca. Io le rispondo: certo che ti porto a fare un giro in barca. Quando eravamo in alto mare le dico: e adesso scopare o nuotare. Sai Pino, lei aveva un cazzo così, sai Pino, un cazzo cooosì, e io non sapevo nuotare, Pino, non sapevo nuotare!”

Omosessualità

Un tizio passeggia da solo al buio nel bosco

Un tizio passeggia da solo al buio nel bosco. Incontra un altro signore che gli chiede: “Ma non hai paura ad andare in giro di notte nel bosco tutto solo?”. E l’altro: “Perche’ che rischio c’e’?”. “Ma non hai sentito alla radio che sono scappati dal vicino manicomio due maniaci sessuali?”. “E li hanno presi?”. E il signore, dando una pacca sul culo al tizio: “Uno no, bel morettino!”.

Omosessualità

Un ragazzo va a trovare a casa un amico

Un ragazzo va a trovare a casa un amico che ha un bellissimo barboncino bianco: “Che bello il tuo cagnolino! Come mai ti sei preso un cane?”. “Guarda che questo e’ un cagnolino speciale! Fa dei pompini eccezionali!”. “Ma dai! Non ci credo!”. “Non ci credi? Vuoi vedere? Spogliati!”. L’amico chiama il cagnolino: “Dai, Fuffy, fai un pompino al mio amico! Dai! Forza! Fuffy… dai…”. Ma il cagnolino non ne vuol sapere. Allora l’amico si inginocchia dicendo: “Va bene, Fuffy, ma questa e’ l’ultima volta che ti faccio vedere come si fa!”.

Omosessualità

Due gay si incontrano e uno fa all’altro

Due gay si incontrano e uno fa all’ altro: “Ti trovo un po’ pallido, cos’ hai?”. “Non parlarmene, ho un mal di pancia terribile, credo di avere qualcosa di incastrato su per il culo”. “Mamma mia, fammi vedere se riesco a cavartela”. Si toglie le braghe e gli infila un dito. “Non mi sembra ci sia niente”. “E’ piu’ su”. Il gay gli infila tutta la mano: “Ancora nulla…”. “Piu’ su! piu’ su! “. Gli infila il braccio fino al gomito: “Si’, forse… riesco a sentire qualcosa…”. “Spingi, spingi, ci sei quasi…”. “Ecco, l’ ho preso… ” e tirando fuori la mano “ma… e’ un ROLEX!”. ” Buon Compleanno! ” .

Omosessualità

Una ragazza va dalla madre e le parla

Una ragazza va dalla madre e le parla: “Mamma, senti, ti volevo dire… sai… sono lesbica!”. “Ma cara, che significa? Su, siamo nel 2000, ognuno deve vivere la propria sessualita’!”. “Ah grazie ma… vedi mamma, sono anche incinta!”. “Ma e’ meraviglioso, diventero’ nonna! E poi potrete adottare il bambino, tu e la tua compagna!”. “Si’, certo mamma, ci ho pensato ma… ne parlero’ con lei… ma… vorrei andare al programma della De Filippi…”. E la madre: “Ma… non potresti drogarti come tutti gli altri???”

Famiglia, Omosessualità

Una sera un tipo ha una voglia matta

Una sera un tipo ha una voglia matta e decide di caricare in auto una prostituta. Si ferma davanti ad una bionda e questa sale. Lui non si accorge però che quella che è appena salita in realtà è un bel trans. Mentre è in posizione da dietro, ed è convinto di farsela “davanti”, allunga un po’ le mani fino a sentirgli “il pacco”… “ODDIO!!!! TI HO BUCATO DA PARTE A PARTE!”

Omosessualità, Sesso