Un Italiano, un Indiano e un Greco

Un Italiano, un Indiano e un Greco muoiono lo stesso giorno e bussano alla porta del Paradiso. San Pietro dice: “Per quanto mi risulta tu Italiano e anche tu Greco avete condotto una vita che non potrei definire buona e nemmeno cattiva. Dovrei mandarvi tra gli ignavi in quanto nè il Paradiso nè l’Inferno vi accoglierebbero. Tu Indiano sei stato buono ma purtroppo non battezzato, per non parlare poi di quelle pratiche anticristiane tipo yoga che hai praticato per una vita intera. Dovrei mandarti nel Limbo punendoti con la pena di desiderare in eterno di essere unito a Dio senza nessuna speranza di riuscire. Ma oggi sono nelle mie buone e sono disposto a chiudere un occhio alla vostra situazione. Darò a tutti e tre l’occasione di entrare in Paradiso. La prova consiste in questo: vi darò tre colpi con questa frusta. Se riuscite a non manifestare il vostro dolore le porte del Paradiso apriranno anche per voi. Ma se sento anche un sospiro peggio per voi. Andrete direttamente al posto che meritate. Avete diritto di scegliere uno scudo. Cercate di sfuttare questa opportunità con saggezza. Cominciamo da te Italiano! Cosa scegli per scudo?”. “Questa grande pietra, o mio Santo”. Il solito fessacchiotto italiano convinto che avrebbe guadagnato la simpatia del Santo con la scelta di un oggetto che ricorda il suo nome. Ma il Santo non si fece condizionare da queste tattiche. Anzi si sentì addirittura offeso. Mise pertanto tutta la sua forza all’esecuzione del primo colpo e la pietra cadde per terra. Diede il secondo colpo e il povero Italiano sentì un dolore così forte che le sue grida si sentirono per molti minuti con una tale intensità che fece tremare le anime dell’Aldilà. Così fu mandato direttamente all’Inferno. Poi era il turno dell’Indiano. “Cosa scegli per scudo?”. “Niente o Grande Santo. Ho fatto yoga per tanti anni e so resistere al dolore”. Allora il Santo dà il primo colpo e l’Indiano rimane in silenzio. Dà il secondo colpo e l’Indiano rimane ancora in silenzio. Dà il terzo colpo e l’Indiano rimane per terza volta in silenzio. “Sei stato bravo. Allora puoi entrare in Paradiso”. “Vorrei chiedere il permesso di stare fuori ancora un po’. Vede la mia curiosità è più forte di me. Voglio vedere come fa questo Greco a passarla sempre liscia in tutte le barzellette”. “Va bene, te lo concedo. Allora Greco, cosa scegli per scudo?”. “Scelgo l’Indiano, o mio Santo”.