Un emigrante siciliano

Un emigrante siciliano e’ appena arrivato dal suo paesello in cima alle montagne, in quel di Milano. Dopo un po’ che e’ nella grande metropoli, sente un leggero pruritino. Una sera monta in macchina e va in giro a fare un puttan-tour. Dopo un po’ carica un travestito, ma non avendone mai visti al suo paesino, crede che sia una donna. Una volta con la macchina al riparo, il travestito tira giu’ il sedile, si gira e si mette a novanta gradi. Il ruspante siciliano, in men che non si dica se lo fa. In un primo momento gli mette le mani sui fianchi, poi per aumentare il contatto, va alla ricerca della zone intime, ma si trova in mano un pistolino. Tutto stupito: “Minchia… ‘a trapassai!”.