New York

New York: un capo indiano viene eletto rappresentante delle tribu’ presso le Nazioni Unite. Viene quindi ospitato in un albergo superlusso. Giunto con la sua squaw nella suite riservata monta il suo tepee sul letto. Durante la notte il capo si sveglia e apostrofa la compagna: “Donna! Ho sete!”. E la squaw: “Augh!”. E subito parte con un vaso a cercare l’acqua. Esce nel corridoio e dopo un certo tempo torna con l’acqua. Passata una mezz’ora la scena si ripete: “Donna! Ho sete!”. E la squaw: “Augh!”. Esce e torna con l’acqua. La cosa si ripete diverse volte durante la notte. All’ennesimo giro per l’acqua la donna torna pero’ a mani vuote e il capo le chiede: “Donna! Dove essere acqua?”. E la squaw risponde: “Uomo bianco seduto su pozzo…”