Il Comm. Ambrogio Brambilla

Il Comm. Ambrogio Brambilla lascia la natia Milano per un periodo di vacanza in Costa Smeralda. Dopo aver sentito i vicini di ombrellone raccontarsi storie di caccia decide di non essere da meno e, presa la sua Mercedes 500 SL, si inerpica per i monti della Barbagia Ollolai. Ad un certo punto vede un pastore armato di doppietta, si accosta e gli chiede: “Uela, dove l’e’ che si puo’ andare a caccia? Me lo affitta il fucile?”.
Il pastore lo guarda bene, capisce il tipo che e’ e gli risponde: “Qui dappertutto puoi andare. Il fucile ti posso prestare. Ma le pecore non devi ammazzare” e gli indica il gregge di pecore. Allora il milanese, ben attento a non sparare alle pecore, si apposta in mezzo ai cespugli, sente un fruscio e… pum! Fa secca una capra. Visto che non era una pecora torna dal pastore e gli dice: “Ue, te, che bestia l’e’ che l’ho preso? Ci ha le tette molle, la barba e puzza da matti”.
“Maddonna, a mia moglie hai sparato!”