Detti romani sul naso

– c’hai er naso cosi’ lungo che nun te se chiude la carta d’identita’
– c’hai er naso cosi’ lungo che se dici de no a tavola, sparecchi
– c’hai er naso cosi’ lungo che se eri ‘na pecora morivi de fame
– c’hai ‘na nasca tarmente grossa che se sulle 100 lire ce mettevano la tu’ faccia venivano cor manico
– c’hai ‘na nasca che ce poi fa er sarto coll’asta
– c’hai ‘na nasca che da piccolo tu madre doveva pija’ la macchina pe venitte a ‘mbocca’
– c’hai ‘na nasca che sembra ‘n passaggio a livello
– c’hai ‘na nasca che si’ te sdrai ce piji teletokio
– c’hai ‘na nasca che sur tram ce se tiene la gente
– c’hai ‘na nasca tarmente grossa che se dici de si’ a tavola affetti er pane
– c’hai ‘na nasca che se nuoti a dorso pari ‘no squalo
– ammazzete che nasca; che dio te l’accresca, cosi’ ci’annamo a pesca