Un uomo sta volando su di una mongolfiera

Un uomo sta volando su di una mongolfiera quando capisce di essersi perso. Fa in modo di scendere di quota finché non riesce ad arrivare a portata di voce di un tale a terra: “Mi scusi, puo’ dirmi dove mi trovo?”. E il tizio da basso gli risponde: “Ma certo! Sei su di un pallone ad aria calda ad una decina di metri dal terreno”. “Ma che lei lavora nel campo dell’informatica?” fa l’uomo sul pallone. “E’ vero – replica il passante – Ma come fa a saperlo?”. “Beh – dice l’aereostatiere – tutto quello che mi ha detto è tecnicamente ineccepibile, ma assolutamente inutile”. E da basso arriva la risposta: “Invece lei mi sa che è un dirigente d’azienda”. “Giusto – deve ammettere l’uomo in pallone – ma come fa a saperlo?”. “Vede – fa il passante – lei non sa dove si trova, o dove sta andando, ma era convinto che io la potessi aiutare. Lei è nell’identica condizione di prima che ci incontrassimo, ma ora è colpa mia”.