Il Commendatore deve recarsi all’estero

Il Commendatore deve recarsi all’estero per lavoro. Chiama il custode e gli dice: “Alfonso io vado all’estero per due settimane; ti affido la villa e ti prego di controllare tutto”. Alfonso: “Non si preoccupi Commendatore, ci penso io”. Dopo alcuni giorni, non ricevendo notizie telefona: Commendatore: “Alfonso come va, tutto bene?”. Alfonso risponde con voce triste: “Mi dispiace Commendatore, ma si e’ rotto il manico della vanga”. Commendatore: “Ma Alfonso che razza di notizia e’? E’ un dettaglio insignificante!” ma poi ricordandosi della sensibilita’ di Alfonso gli chiede: “Dimmi che cosa e’ successo?”. Alfonso : “stavo seppellendo il cane e si e rotto il manico della vanga”. Commendatore: “e’ morto il mio cane? Ma com’e successo?”. Alfonso. “si e’ tuffato in piscina ed e’ morto”. Commendatore. “ma come? E’ un Labrador, e’ abituato a nuotare nell’acqua?”. Alfonso: “si e’ tuffato, ma la piscina era vuota”. Commendatore: “la piscina era vuota? Ma l’abbiamo riempita due mesi fa?”. Alfonso: “L’acqua e’ stata usata dai vigili del fuoco per spegnere l’incendio della villa”. Commendatore: “e’ bruciata la mia villa? Ma come?”. Alfonso: “Sono stati i ceri per la veglia di sua madre che hanno appiccato il fuoco alle tende”. Commendatore: “e’ morta anche mia madre? Ma com’e successo?”. Alfonso: ” e’ entrata nella stanza di sua moglie e ha visto che sua moglie era a letto con il suo migliore amico; allora il suo cuore non ha retto”. Commendatore: “mia moglie a letto con il mio migliore amico? Non e’ possibile. Mi assento per due settimane e la mia vita va rotoli. Ci sara’ pure una notizia positiva?”. Alfonso: “Si, una notizia positiva c’e’! Commendatore ha presente il suo test sull’AIDS? Bene quello e’ positivo!!!”