Dottore

Barzellette sui dottori. La visita dal medico può essere divertente. Tanti dottori raccontano le proprie esperienze sulle vidite dei propri pazienti, giovani ed anziani.

Un giovane va dal medico e dice

Un giovane va dal medico e dice: “Dottore, mi deve aiutare! Tutte le notti faccio lo stesso sogno terribile. Sogno di essere a letto, quando all’improvviso, entrano cinque bellissime donne nude, iniziano a baciarmi e poi mi strappano i vestiti”. Il medico dice.” Capisco, ma che cosa fa lei nel sogno?”. ” Io le allontano” risponde l’uomo. ” Ma che cosa vuole che faccia io?” chiede il medico. Il paziente implora: “Mi spezzi le braccia, la prego!”

Dottore

Una donna va dal dottore lamentandosi

Una donna va dal dottore lamentandosi che suo marito la trascura. Il dottore le da’ delle pillole e le ricorda: “Mi raccomando una pillola al giorno e non di piu’!”. La donna pero’ per sicurezza triplica la dose e un giorno il dottore riceve una lettera: “Dottore, la vostra cura e’ veramente formidabile, mio marito fa all’amore con me in ogni momento e ovunque. PS: Mi scusi, dottore, per la mia scrittura tremolante…”

Dottore

Un giorno un tizio va dal dottore e dice

Un giorno un tizio va dal dottore e dice : “Dottore, sono disperato; ho una palla di ferro e l’altra di legno”. Il dottore stupefatto risponde: “Ma lei come fa ha tirare avanti? Ce l’ha una moglie ? E dei figli?”. L’uomo, sconsolato, dice: “La moglie ce l’ho e ho anche due figli… IRON MAN e PINOCCHIO!!!”

Dottore

Temo che le abbiano tagliato la gamba sbagliata

Un signore va dal medico dopo avere subito un’operazione nella quale gli è sta amputata una gamba. Dopo la visita, chiede al dottore come va e il medico gli risponde: “Ho delle buone notizie e delle cattive notizie”. ” Mi dia prima le cattive notizie” dice il paziente. ” Bene – dice il dottore molto seriamente, – temo che le abbiano tagliato la gamba sbagliata!”. “Cosa? E quali sono le buone notizie?” urla il paziente. “L’altra gamba sta migliorando” risponde il medico sorridendo.

Dottore

Una donna va dal medico di famiglia

Una donna va dal medico di famiglia per sapere i risultati del test di gravidanza. Il dottore le comunica la bella notizia e, visto che si tratta della sua prima gravidanza, le chiede se ha delle domande da fare: “Veramente dottore, sono un po’ preoccupata per i dolori del parto. Quanto fa male quando si partorisce?”. Il dottore: “Beh… dipende da donna a donna e da gravidanza a gravidanza. Inoltre è difficile spiegare un dolore”. “Lo so dottore! Ma non mi può fare almeno qualche esempio?”. Il dottore ci pensa un po’, e poi: “Allora, afferri il labbro superiore con due dita e lo tiri fuori un pochino”. “Cofì?”. “No, un po’ di più…”. “Cofì?”. “No, ancora di più…”. “Cofì?”. “Si. Fa male?”. “Fi… un fochino…”. “Ecco, ora lo ribalti dietro alla testa…”

Dottore

Lei beve?

Il dottore al paziente:
“Lei beve?”.
“No, non bevo!”.
“Lei fuma?”.
“No, non fumo!”.
“Le piacciono i dolci?”.
“No, non mi piacciono i dolci!”.
“Qual e’ la cosa che le piace di più?”.
“Le mele…”.
“Allora non mangi piu’ mele!”.

Dottore

Brunetta si presenta dall’andrologo

Brunetta si presenta dall’andrologo: “Dottore, una cosa strana, non so come dirglielo… il fatto e’ che ogni volta che piove mi fanno male i coglioni”. L’andrologo lo visita accuratamente “Bah, la verita’ e’ che non noto nulla di particolare. Mi spiega come e’ questo dolore?”. “Oh, e’ un dolore molto intenso. Ma mi capita solo quando piove”. “Bene, allora facciamo cosi’: venga a trovarmi in un giorno di pioggia, cosi’ posso fare una visita piu’ accurata”. Passano quindici giorni, e in un pomeriggio piovoso Brunetta si ripresenta dall’andrologo. “Ahi, dottore, non ce la faccio piu’. Il dolore e’ insopportabile!”. Il dottore lo invita a sedersi, gli pone un panno fra le gambe, afferra un paio di forbici e inizia a lavorare. Dopo cinque minuti, gli dice che puo’ rivestirsi. “Adesso come si sente?”. Brunetta cammina un po’ per lo studio ed esclama: “Sto benissimo, dottore! Non sento piu’ nulla. Ma cosa mi ha fatto?”. “Oh, niente di particolare. Ho solo accorciato un po’ gli stivali di gomma”

Dottore