Cucina

Ridere in cucina. Barzellette sugli alimenti, le ricette e la vita in cucina. Le barzellette preferite dagli chef e da chi ora nella ristorazione.

Un uomo entra in un ristorante e ordina una zuppa

Un uomo entra in un ristorante e ordina una zuppa.
Il cameriere gliela serve.
Un attimo dopo, l’uomo richiama il cameriere. “Cameriere, venga qua!”.
“Mi dica signore”.
“Assaggi questa zuppa”.
“La zuppa ha qualcosa che non va?”.
“Assaggi questa zuppa”.
“E’ troppo salata forse?”.
“Assaggi questa zuppa…”.
“Allora c’è poco sale! Se vuole glielo…”.
“Assaggi questa zuppa!”.
“E’ fredda? è troppo calda? basta che me lo dica e…”.
“Assaggi questa zuppa!!”.
“Ma insomma mi vuol dire cosa c’è che non va in questa zuppa???”.
“LA VUOLE ASSAGGIARE O NO QUESTA ZUPPA???”.
“E VA BENE LA ASSAGGIO!! NON C’E’ BISOGNO DI GRIDARE!! ASSAGGERO ‘ LA SUA ZUPPA! Dov’è il cucchiaio?”.
“A-HA!”

Cucina

Una distinta signora di mezza età

Una distinta signora di mezza età entra in pasticceria del paese ed ordina una torta per il suo compleanno. Il titolare le chiede: “…e quante candeline devo mettere?”. La signora, un po’ irritata, risponde: “Le solite!!!!”

Cucina

Un bambino si presenta in una gelateria

Un bambino si presenta in una gelateria e chiede al gelataio: “Ce l’hai il gelato al carciofo?”. Il gelataio risponde: “No, quel gusto non l’ho, ma ho il pistacchio, la crema, la fragola, ecc”. Allora il bambino senza dire niente esce e se ne va. La scena si ripete uguale per un mese. Il gelataio, che ci tiene molto ad accontentare i suoi clienti, decide di preparare il gelato al carciofo. Compra una cassetta intera di carciofi e passa tutta la notte per preparare il gelato al carciofo, ma nonostante i suoi sforzi non riesce ad ottenere niente di meglio di un gelato amaro e cattivo, ma per accontentare il bambino ne fa una vaschetta e la inserisce tra gli altri gusti nel bancone, aspettando che il bambino venga a prendersi il suo gelato. Se non che passa tutto il giorno, ma il bambino non si fa vedere. E’ sera, quasi l’ora di chiusura, quando il bambino arriva e fa al gelataio la solita richiesta. Il gelataio, pronto e sorridente, risponde: “Si’ !”. Ed il bambino: “Hai sentito che schifo che fa?” e se ne va.

Cucina