Fredifraga, concubina

Due nobili, marito e moglie, si salutano perchè lui deve partire per motivi di lavoro e dovrà assentarsi per qualche giorno:
lui: – Amore io ora parto, ma ritornerò tu sii sempre fedele perchè io credo in te
lei: – Si amore non ti preoccupare sarò sempre fedele perchè io ti amo più di me stessa

Il nobile scende le scale e dice all’autista:
– Fernando possiamo andare

Mentre il signore è in viaggio dice all’autista:
– Fernando torniamo indietro

e l’autista lo guarda e chiede il perchè, ma il nobile:
– Non fare domande e torna indietro

Arrivati alla villa il signore chiede a Fernando di salire con lui nella stanza della signora e quest’ultimo ubbidisce.
Dentro la stanza, il nobile vede la moglie a letto con un altro, shockkato si appoggia allo stipide della porta e dice:
– ‘Fredifraga, concubina, ti lascio madre dei gracchi e ti ritrovo messalina, una parola mi si ferma quì nella strozza’ e se ne va.

Fernando lo guarda con ammirazione infinita chiedendosi come avrebbe reagito lui se si fosse trovato in una situazione del genere.

Quando l’autista torna a casa trova anche la sua moglia a letto con un altro.
Preso dalla rabbia voleva far fuori sia la sua coniuge che l’amante, ma si appoggia sullo stipide della porta e dice:
– ‘frigorifera, conculina te lascio madre de crik e crok e te ritrovo a Messina una parola mi si ferma quì….STRONZA’