In un grande albergo di 80 piani

In un grande albergo di 80 piani si presenta un vecchietto con una donna bellissima. Va alla reception e, facendo notare al portiere la bella donna che e’ con lui, chiede: “Giovanotto, vorrei una camera, ma ai piani alti”. “Va bene al 30° piano ?” chiede l’impiegato. “Ceeerto, va benissimo” dice contento il vecchio e rivolgendosi alla donna le dice: “Tu comincia a salire con l’ascensore mentre io salgo a piedi”. La settimana dopo il vecchietto si ripresenta con un’altra donna ancora piu’ bella: “Giooovanotto, vorrei una camera, ma ai piani alti, molto alti”. E cosi’ dicendo, tutto giocondo, strizza l’occhio al giovane portiere, indicando la donna. “Abbiamo libera la camera al 50°piano, va bene?”. “Ceerto, va benissimo – e poi rivolgendosi alla donna – tu comincia a salire con l’ascensore mentre io salgo a piedi”. Il portiere resta sbigottito pensando ai piani che il vecchio deve farsi a piedi. Passa una settimana ed il vecchietto si presenta con due top model da favola, mostr ando fiero le donne che ha con lui: “GIOOVANOTTO, la stanza piu’ in alto che avete”. “Guardi, piu’ in alto del 80° non si sale. Va bene?”. “CEEERTO, che va bene”. E rivolto alle donne: “Voi salite con l’ascensore che io adesso salgo a piedi”. Non potendone piu’ il giovane chiede: “Ehi, nonnino, come fate dopo aver salito 80 piani a piedi a combattere con due donne come quelle?”. E il vecchietto: “Vedi, figliolo, io ho 79 anni, e oramai il coso qui non funziona piu’. MA DOPO OTTANTA PIANI A PIEDI TIRO FUORI UNA LINGUA LUNGA COSI’…”