Credevo di potermi fidare di te

Un uomo e una donna, anziani e vedovi, si incontrano spesso al parco. Parlano, ridono e insomma si stanno simpatici. Un giorno l’uomo le chiede se, cosi’ tanto per fare qualcosa, gli terrebbe un po’ in mano l’arnese tanto per vedere se prova ancora sensazioni. La donna un po’ riluttante accetta. Non succede niente, ma stanno cosi’ sulla panchina a parlare come sempre. La cosa si ripete ed essendo in fondo innocua la donna continua a tenere in mano l’arnese del vecchio mentre chiacchierano. Un giorno la donna va come al solito al parco sulla solita panchina, ma l’uomo non si fa vedere. Un po’ preoccupata lo cerca e lo vede da dietro seduto su un’altra panchina con un’altra anziana signora al fianco. Segue una scenata: “Ma insomma! Siete proprio tutti uguali, anche da vecchi! Non vi si puo’ perdere d’occhio un attimo che correte subito dietro alla prima gonnella che passa! Sono ferita! Credevo di potermi fidare di te … ma insomma! Cos’ ha poi quella li’ piu’ di me?. “Il parkinson! “.