Sul treno a uno scappa da cagare

Sul treno a uno scappa da cagare. Bussa al bagno … – Occupato! Aspetta dieci minuti, e’ ancora occupato. Cerca un altro bagno, in un altro vagone, niente, tutti invariabilmente occupati. Passano venti minuti, trenta, quaranta, lui non sa piu’ come tenersi. Non ce la fa piu’, prende una decisione. Piu’ veloce che puo’ entra in uno scompartimento, tira fuori un giornale, lo poggia sul sedile, si tira giu’ i pantaloni, e… aaahhh!! Dopo si tira su i pantaloni, si gira, e, sempre molto velocemente, impacchetta la cacca, bella colorita e profumata, tira giu’ il finestrino e la scaraventa di fuori, tira su il finestrino, e, come se fosse successo niente, si siede, e, guardandosi intorno: – Dispiace se fumo?