In albergo un cameriere

In albergo un cameriere, passando nei corridoi davanti alle stanze, sente uscire da una porta delle urla di un uomo che fa: “Allarga, allarga!”. Incuriosito, si avvicina ancora di più alla stanza e sente ancora queste urla: “Allarga, allarga di più!”. Allontanandosi pensa tra sé: ‘Staranno facendo l’amore!’. Passando ancora per due, tre, quattro volte, sente sempre le solite urla: “Allarga, allarga, ancora di più!”. Ad un certo punto il cameriere, infastidito, bussa alla porta e dice: “Se ero al posto tuo, a quest’ora gli avevo infilato anche le palle!”. Da dentro la stanza una voce maschile risponde subito: “E sono proprio quelle che non escono!”.