Un tizio muore e va all’inferno

Un tizio muore e va all’inferno. Giunto al cospetto del diavolo dice: “Diavolo, ti propongo una scommessa: se vinco mi rimandi su per una decina d’anni”. Il diavolo accetta e l’omino tira una scoreggia dicendo: “Rincorrila!”. Il diavolo e’ colto di sorpresa e il nostro amico ritorna sulla terra per dieci anni. Durante questo periodo il diavolo si allena, e 10 anni dopo, pronto nuovamente alla scommessa, si trovare il tizio che gli ripropone un’altra scommessa. Il diavolo accetta; l’omino scoreggia e grida: “Pitturala!!”. E’ proprio il caso di dire che il diavolo rimane di merda ed e’ costretto a pagare di nuovo la scommessa. Passano altri 10 anni nei quali il diavolo si allena nel rincorrere e pitturare le scoregge. Dieci anni dopo il nostro amico si presenta al diavolo, sicuro di non essere piu’ fregato, con una tavoletta di legno nella quale sono stati praticati tre fori. Si rinnova la scommessa: la posta in palio questa volta e’ pero’ l’ascesa al Paradiso. L’omino si mette la tavola sotto il sedere e tira una scoreggia, con il diavolo che aveva gia’ in mano i pennelli. “Da che buco e’ uscita ?”. Il diavolo non crede alla semplicita’ della domanda e, dopo aver annusato la tavoletta, sentenzia trionfalmente: “Da quello di destra !!”. E l’omino: “No, coglione, dal mio buco del culo !!!”.