Una sera Pierino ha paura del buio

Una sera Pierino ha paura del buio. Cosi’ chiede ai genitori il permesso di dormire con loro. Nel bel mezzo della notte il padre si sveglia e dice: “Maria, dai che facciamo l’amore!”. “Ma no dai c’e Pierino con noi!”. “Ma non preoccuparti, Pierino dorme!”. “Ti dico che non dorme..prova se non ti fidi!”. “Pierino dormi?”. E Pierino risponde: “NO!”. Cosi’ Pierino viene preso a botte dai genitori. Il giorno dopo a scuola la maestra gli chiede il perche di botte egraffi su tutto il corpo. Pierino spiega cosa e accaduto e la maestra replica: “Ma Pierino quando ituoi genitori ti chiedono se stai dormendo tu non devi rispondere di no!”. Dopo circa una settimana si ripresenta il problema e Pierino chiede nuovamente di dormire con i genitori. Ma nel bel mezzo della notte il padre si sveglia e dice: “Maria, dai che facciamo l’amore!”. “Ma no dai c’e Pierino con noi!”. “Ma non pre occuparti, Pierino dorme!”. “Ti dico che non dorme..prova se non ti fidi!”. “Pierino dormi?”. E Pierino risponde: “SI!”. E Pierino viene preso a botte (stavolta di piu) dai genitori. Il giorno dopo a scuola la maestra gli chiede come mai ha un braccio rotto e la testa bendata. Pierino spiega cosa e’ accaduto e la maestra replica: “Ma Pierino quando i tuoi genitori ti chiedono se stai dormendo tu non rispondere ne’ no, ne si’… stai zitto e basta!”. Dopo circa due settimane si ripresenta il problema e Pierino chiede nuovamente di dormire con i genitori. Nel bel mezzo della notte il padre si sveglia e dice: “Maria, dai che facciamo l’amore!”. “Ma no, dai, c’e Pierino con noi!”. “Ma non preoccuparti, Pierino dorme!”. “Ti dico che non dorme… prova se non ti fidi!”. “Pierino dormi?”. E Pierino non risponde. “Pierino dormi?”. E Pierino non risponde. Il giorno dopo Pie rino va a scuola in carrozzella, tutto bendato e con il collarino. Cosi’ la maestra gli chiede spiegazioni. Pierino risponde: “Guardi, signora maestra, ieri sera ho chiesto ai miei genitori se potevo dormire con loro e mi hanno detto di si’. Poi ad un certo punto mio padre si e’ svegliato e ha detto a mia madre che voleva fare l’amore; ma mia madre non voleva perche’ c’ero io. Cosi mi hanno chiesto se dormivo due o tre volte e io sono sempre stato zitto. Poi ho sentito ansimare, il letto tremava le lenzuola si muovevano e mio padre ha detto a mia madre “Maria sto venendo” e mia madre ha risposto “Vengo anch’io!”. Cosi’ io mi sono alzato e ho detto: “Ma dove cazzo andate che ho paura del buio!”.