Non conosco questo rivoluzionario

Beppe, socio del circolo Arci, dopo un periodo di assenza riprende a frequentare il circolo.
All’entrata il barista lo sottopone ad un esame: gli mostra una foto, e gli chiede: ‘Chi e’ costui?’.
‘E Beppe: ‘Ma, non saprei’.
Il barista: ‘Ignorante, si tratta di Lenin, il padre della rivoluzione. Tu vieni TROPPO POCO al circolo’.
La sera dopo Beppe ritorna al circolo.
Di nuovo il barista gli mostra una foto: ‘E questo chi e’?’.
Beppe: ‘Porca miseria. No, non lo so’.
‘Ignorante, si tratta del grande Stalin. Tu vieni TROPPO POCO al circolo’.
Terza sera, solita manfrina: ‘Questo, chi e’?’. ‘Boh!’. ‘Ma come fai a non riconoscerlo? E’ il grande Togliatti. E’ evidente: tu vieni TROPPO POCO al circolo’.
La quarta sera Beppe non ne puo’ piu’.
Il barista si avvicina, ma Beppe e’ piu’ veloce, estrae una foto, e comincia: ‘Dimmi tu, di chi si tratta?’.
E il barista: ‘Ma, non saprei. Non conosco questo rivoluzionario’.
E Beppe: ‘Si chiama Osvaldo e ogni sera si guzza tua moglie. Tu vieni TROPPO SPESSO al circolo!’.