Due agricoltori stanno litigando furiosamente

Due agricoltori stanno litigando furiosamente, il fatto e’ che uno ha un toro, l’altro ha una mucca; li hanno fatti accoppiare ed e’ nato un vitello ed ora tutti e due reclamano la proprieta’ dell’animale. “Se non era per la mia mucca, non c’era nessun vitello!” dice il primo. “Si!, e te la mettevi incinta da solo!, idiota di un agricolo! ” risponde l’altro. “Ah, e’ cosi’?, allora vado da un avvocato!”. Il primo va dall’avvocato, gli spiega l’accaduto e l’avvocato risponde: “Non c’e’ problema, visto che la fattrice e’ tua, il vitello e’ senz’altro di tua proprieta’ “. Allora, rincuorato, va a sfottere il suo nemico: “Tie’!, ciapatè’o in tel cu’o!, il vitello e’ mio, dice l’avvocato!”. “Non e’ detto! (puttana miseria) anch’io vado da un avvocato!”. Anche lui va da un avvocato, il paese e’ piccolo, c’e’ un solo avvocato, il solito; gli spiega le sue ragioni e l’avvocato gli dice: “Non c’e’ problema, visto che il toro e’ tuo, il vitello e’ senz’altro di tua proprieta’ “. Tutto soddisfatto il contadino esce dall’ufficio. La segretaria dell’avvocato che aveva assistito ai due colloqui, sbotta: “Ma, avvocato!, come fa a dire a tutti e due che il vitello e’ di ognuno!”. “Signorina!, innanzitutto sia chiaro che il vitello e’ mio, ora si tratta di vedere di chi e’ la mucca e di chi e’ il toro!”.