Consulenze

Tre casi di gestione aziendale ed imprenditoriale che meritano di essere analizzati:

CASO 1:
Due fidanzatini stanno passeggiando nel parco quando passando davanti ad un gruppetto di pensionati li sentono bisbigliare:
– Altro che mano nella mano! Portala in un motel, frocio!!!
Il ragazzo, molto imbarazzato, fa finta di niente e continua a passeggiare.
Passano davanti ad un cantiere e gli operai gli urlano:
– Hei, deficiente, smettila di passeggiare! Portala in un posticino buio e scopatela!
Il ragazzo, sempre più imbarazzato, continua a far finta di niente; accompagna la ragazza a casa e la saluta:
– Allora, a domani, amore…
E lei:
– Certo, a domani, sordo di merda!!!

CONCLUSIONE:
Ascolta e metti in pratica i consigli dei consulenti esterni; sono persone con esperienza. Se non lo farai, la tua immagine professionale potrebbe risultare enormemente danneggiata.

CASO 2:
Un detenuto, condannato all’ergastolo per omicidio, fugge di prigione. Durante la fuga entra in una casa dove dorme una coppia di giovani sposi. L’assassino lega l’uomo ad una sedia e la donna al letto. Poi
avvicina per alcuni istanti il viso al petto della donna, ed esce dalla stanza. Immediatamente, trascinando la sedia, il marito si avvicina alla donna e le dice:
– Amore, quest’uomo non vede una donna da anni. L’ho visto che ti baciava il seno e, approfittando del fatto che si è allontanato un momento, volevo chiederti di collaborare con lui e di fare tutto
quello che ti chiederà. Se vorrà fare del sesso con te non contraddirlo e fai finta che ti piace. Mi raccomando… le nostre vite dipendono da questo! Sii forte, mia cara, ti amo!!!
– Certo, – dice la sposa al marito – sono felice che tu la pensi così! In effetti, quest’uomo non vede una donna da anni; comunque, per tua informazione, non mi stava baciando il seno. Si è avvicinato
per sussurrarmi all’orecchio che gli sei piaciuto molto, e mi ha chiesto se nel bagno avevamo della vasellina. Sii forte, mio caro, anch’io ti amo molto!!!

CONCLUSIONE:
La mancanza di informazioni può portare a gravi inconvenienti. L’informazione aggiornata e attendibile è fondamentale per uscire vincenti dagli attacchi della concorrenza sleale ed evitare così sgradevoli sorprese.

CASO 3:
Un ragazzo entra in una farmacia e dice al titolare:
– Dottore, mi dia un preservativo; la mia nuova ragazza mi ha invitato a cena a casa sua. Usciamo già da tre mesi e la cosa si sta facendo “calda”. Penso proprio che stasera le farò provare il biscotto…
Il farmacista gli dà il preservativo ed il giovane esce. Rientra immediatamente e dice:
– Dottore, per favore, me ne dia un altro, perché anche la sorella della mia ragazza è un gran pezzo di gnocca; non fa altro che incrociare le gambe davanti a me e qualche volta le vedo anche la topa! Mi sa che anche lei vuole qualcosa, e, dato che stasera vado a cena da loro… sa com’è…
Il farmacista gli dà il secondo preservativo e lui esce.
Come prima, rientra immediatamente e dice:
– Dottore, forse è meglio che me ne dia un altro, perché anche la mamma della mia fidanzata è una gran topa! La signora, quando la figlia non c’è, mi si struscia addosso in un modo che mi fa impazzire, e siccome stasera vado a cena da loro, capisce…
Arriva l’ora di cena e il ragazzo è seduto a tavola a fianco della fidanzata, con la madre e la sorella di fronte.
Entra il padre della fidanzata e si siede a tavola. Il ragazzo abbassa immediatamente la testa, unisce le mani e comincia a pregare:
– Signore, grazie per questo cibo, bla bla bla, ti ringraziamo per questo cibo…
Passano cinque minuti e lui prosegue:
– Benedici Signore questo pane, bla bla bla…
Tutti si scambiano sguardi sorpresi; la fidanzata gli si avvicina e gli sussurra all’orecchio:
– Amore, non sapevo che fossi così credente!
E lui:
– E io non sapevo che tuo padre facesse il farmacista!!!

CONCLUSIONE:
Non commentare mai le tue strategie con gli sconosciuti, perché questo potrebbe arrecare seri danni alla tua organizzazione.