Il palloncino rosso

Un bimbo giocava sempre col suo piccolo palloncino rosso. Dopo qualche mese, il padre, stufatosi di trovarsi il palloncino sempre tra i piedi, disse al figlio di smetterla, senno’ gliele avrebbe date di santa ragione. Allora il bimbo comincio’ a giocarci solo quando il padre non c’era. Un giorno, mentre il bimbo giocava allegramente nel corridoio, il babbo torno’ a casa in anticipo. Mentre si apriva la porta, il bimbo disperato entro’ in bagno e getto’ il palloncino rosso nel water. Una volta entrato, il babbo getto’ la sua borsa e si diresse di corsa verso il bagno, chiuse la porta, si sedette sul water senza neppure guardarci dentro e dopo aver fatto una grossa cagata tiro’ un sospiro di sollievo. Dopo essersi sollevato, lancio’ un’occhiata al WC e si accorse del palloncino, che per l’occasione era diventato di un orrendo colore blu-marrone. L’uomo si spavento’ moltissimo, penso’ che cagando con tale sforzo gli fosse uscito un organo, forse il fegato, e chiamo’ la moglie. Quest’ultima, al vedere il supposto organo, si preoccupo’ anch’essa e chiamo’ urgentemente il medico, che arrivo’ poco dopo. Si diresse subito in bagno, osservo’ perplesso quella massa rossa e marrone e comincio’ a toccarla con le sue pinzette appuntite, facendo esplodere il palloncino. Il babbo chiese al dottore cosa diavolo fosse, e questi gli rispose, pulendosi gli occhiali sporchi di merda: “Mi creda, e’ la prima volta che vedo una scoreggia col guscio”.