Turiddu e’ da solo con la sua Santuzza

Turiddu e’ da solo con la sua Santuzza la prima notte di nozze nella camera dell’albergo. Turiddu guarda con fare sospettoso la sua Santuzza e poi le ordina: “Santuzza, spogliati”. La giovane e bella Santuzza ovviamente sa cosa l’attende e pian piano si spoglia. Quando e’ completamente nuda Turiddu le ordina: “Vai in bagno e riempi la vasca!”. Santuzza e’ un po’ perplessa, ma non puo’ che obbedire. Quando la vasca e’ piena Turiddu le ordina: “Sdraiati dentro la vasca”. Santuzza e’ ancora piu’ perplessa, ma obbedisce. Quando e’ dentro la vasca Turiddu la spinge sott’acqua per qualche secondo, poi visibilmente soddisfatto, la fa uscire e fanno all’amore tutta la notte. La mattina dopo Santuzza chiede il perche’ di questo strano comportamento e Turiddu: “Se facevi le bollicine, non eri vergine…”