Adolescenti

Barzellette sugli adolescenti. Giovani che rimorchiano, parlano delle prime esperienze e fanno feste e serate divertenti.

Un ragazzo sta accompagnando a casa

Un ragazzo sta accompagnando a casa la sua fidanzata, di notte tardi.
Arrivano davanti al portone di casa sua e lui si appoggia al muro e chiede alla ragazza: “Dai, fammi ‘na pippa!!”.
Lei: “Ma cosa dici!?!”.
Lui: “Ma, si’, fammi ‘na pippa!!”.
Lei: “Ma sei scemo??”.
Lui insiste: “E dai, lo so che ti piace, fammi ‘na pippa”.
Lei: “Ma ci potrebbero vedere… siamo in mezzo ad una strada…”.
Lui: “E allora? Fammi ‘na pippa, !!”.
Lei: “Ma e’ tardi, fa freddo, mi vergogno!!”.
Lui: “Ma no, e’ il posto giusto, fammi ‘na pippa!!”.
Lei: “Ho detto di no, basta!!”.
Lui: “E dai fammi ‘sta benedetta pippa!!”.
Ad un tratto si affaccia un tizio al terzo piano: “Per la pippa non c’e’ problema ,sta scendendo mia moglie, ma leva quella cazzo di mano dal citofono!!!!”.

Adolescenti

Un ragazzino si reca, per la prima volta da solo

Un ragazzino si reca, per la prima volta da solo, dal barbiere a farsi tagliare i capelli. La madre gli raccomanda di farsi lavare prima la testa. Il ragazzino parte ripetendo fra se’ e se’ ‘devo farmi lavare prima la testa, la testa, la testa…’. Arriva dal barbiere che naturalmente gli rivolge l’immancabile domanda: “Allora, ti taglio i capelli ?”. E il ragazzo: “NO ! la testa !”

Adolescenti

Un tizio che cammina tutto curvo incontra un amico

Un tizio che cammina tutto curvo incontra un amico che gli chiede cosa sia successo. E il tizio: “E’ successo ieri. Avevo appena accompagnato la mia ragazza e le stavo dando il bacio della buonanotte davanti alla porta di casa, quando all’improvviso e’ uscito il padre correndo come una furia e mi ha camminato sulla schiena!”

Adolescenti

Una ragazza molto carina

Una ragazza molto carina ha pero’ un piccolo difetto. Ha l’alito cosi’ puzzolente che quando si parla allo specchio, la propria immagine le gira le spalle, e per questo motivo si crea un sacco di problemi. Un sabato sera delle amiche la invitano ad andare in discoteca e con insistenza riescono a portarcela. Mentre tutte le sue amiche sono invitate a ballare lei se ne sta in un angolino da sola, finche’ un bel ragazzo invita pure lei. In un primo momento fa cenno di no, ma poi visto che il ragazzo e’ bello e insiste accetta. Dopo un po’ che ballano il ragazzo le chiede: “Ma ti sto antipatico ? Sono almeno dieci minuti che balliamo e non hai pronunciato una parola, dimmelo se preferisci stare da sola”. Lei vedendo andare a monte anche questa possibilita’ ed essendo veramente attratta dalla bella figura del ragazzo riesce in qualche modo a dirgli: “NO! BALLIAMO ANCORA”. A questo punto il ragazzo stupito la guarda e gli dice: “HAI SCOREGGIATO?”. E lei prontamente: “NO, TE LO GIURO”. E lui: “ADESSO SI’ PERO’ !”.

Adolescenti

Un ragazzo conosce una bella ragazza americana

Un ragazzo conosce una bella ragazza americana e per prima cosa le offre da bere e le chiede il nome. “Carmen” risponde lei. “Che bel nome!” esclama lui “L’ha scelto tua madre?”. “No, me lo sono data da sola…”. “E perche’ proprio Carmen?”. “Perche’ a me piacciono le macchine, car, e gli uomini, men… E tu come ti chiami?”. “Beerfuck”

Adolescenti

Un giovane vuole comprare un regalo

Un giovane vuole comprare un regalo per il compleanno della sua nuova fiamma, e poiche’ non e’ molto tempo che si conoscono e che escono assieme, dopo attenta considerazione, decide che un paio di guanti sia un regalo perfetto: romantici, ma non troppo personali. Accompagnato dalla sorella minore della sua fiamma, entra in un negozio e compra un paio di guanti bianchi. La sorella si compra un paio di mutandine. Durante l’incarto, il commesso confonde i due oggetti, cosi’ la sorellina finisce con i guanti e la fiamma con le mutandine. Il giovane scrive le seguenti parole come bigliettino sul pacchetto: “Ho scelto questo regalo perche’ ho notato che hai l’abitudine di non portarne quando usciamo assieme la sera. Se non fosse stato per tua sorella, avrei scelto il modello lungo con i bottoni, ma lei preferiva il modello piu’ corto, piu’ facile da togliere. Il paio che ho scelto io e’ di colore delicato, ma la signora che me l’ha venduto, mi ha mostrato il paio che lei ha portato per le ultime tre settimane, ed avevano una fodera solida. Le ho fatto provare un tuo paio, e le stava molto bene. Vorrei tanto essere li’ ad aiutarti ad indossare il mio regalo per la prima volta, poiche’ senza dubbio altre mani verranno in contatto con esso prima che io riesca a vederti di nuovo. Quando ti togli il mio regalo, ricordati di soffiarci dentro prima di metterlo via, perche’ ha una certa tendenza ad umidificarsi durante l’uso. Pensa a quante volte bacero’ il tuo paio durante il prossimo anno. Spero che l’indosserai per me venerdi’ notte. Con amore. P.S. L’ultima moda e’ di girare un poco il bordo, in modo che si veda un poco di pelo….”.

Adolescenti